CHI SIAMO

  • Stampa

Ic San Teodoro

la%20scuola.png

La nostra scuola parte dai bisogni, dal locale, osserva e progetta, promuove la partecipazione di tutti e di ciascuno, contribuisce al processo di formazione e di crescita dei futuri cittadini. Tutela la libertà d’insegnamento, comprende e riconosce le diverse opzioni metodologiche, anche di gruppi minoritari. Recepisce e adegua la sua progettazione, alle Indicazioni Nazionali (2012), alle “Indicazioni nazionali e nuovi scenari” (2018).
 
Promuove il tema della cittadinanza e lo utilizza come punto di riferimento di tutto il curricolo. Adegua la sua progettazione al Piano per l'Educazione alla Sostenibilità, dell'Agenda 2030.
L’ Obiettivo 4, riguardante la scuola: “Fornire un’educazione di qualità, equa ed inclusiva e opportunità di apprendimento per tutti”, ci richiama a interventi mirati, per far maturare nei nostri alunni, senso civico e spirito critico nella prospettiva di una continua crescita delle competenze di cittadinanza, in una scuola quale comunità educativa, motore di crescita e di cambiamento per lo sviluppo di una società fondata sulla sostenibilità economica, ambientale e sociale.
Riconosce il valore pedagogico della “didattica del territorio”, presupposto indispensabile per l’esercizio della cittadinanza attiva. La didattica del territorio contribuisce allo sviluppo di un’identità consapevole e aperta, essenziale per “una piena cittadinanza”.
                                                  logo-mission-e-vision.jpg
La nostra vision è fare dell’istituto una vera comunità educativa, inclusiva equa e solidale, che possa essere punto di riferimento culturale, di innovazione per gli alunni, le famiglie e il territorio e contribuire alla formazione dell’uomo e del futuro cittadino attivo, responsabile e consapevole.
Accogliere, formare, orientare è la mission che la scuola persegue nell’ottica dell’adeguamento ai bisogni formativi del territorio in cui la scuola è inserita. Il presente Piano parte dalle risultanze dell’autovalutazione d’istituto, così come contenuta nel Rapporto di Autovalutazione (RAV), pubblicato all’Albo elettronico della scuola e presente sul portale Scuola in Chiaro del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.
 

Il contesto socio-economico

san-teodoro.jpg

 
Il Comune di San Teodoro si trova in provincia di Sassari, ma sulla linea di confine con la Provincia di Nuoro, sulla Costa Nord-Orientale della Sardegna. La posizione costiera, a circa 25 Km dall’aeroporto di Olbia, le indubbie bellezze naturali hanno favorito il suo sviluppo economico orientandolo verso l’industria del turismo e i servizi ad esso connessi. Il Comune di San Teodoro può essere considerato come vero e proprio biglietto da visita di tutta la Sardegna. Il suo territorio si estende all’ estremità meridionale della Costa Smeralda e si caratterizza per la varietà dei paesaggi che che a tratti si presenta come collinare, a tratti, invece, con valli solcate da torrenti e cascate.
L'elemento dominante è sicuramente il mare della cui vista si può godere dalle tante colline che possono essere descritte come vere e proprie "terrazze vista mare". Oggi San Teodoro è uno dei centri turistici più famosi e richiesti di tutta l'Isola anche grazie allo stile architettonico delle costruzioni ispirato soprattutto allo stile tipico della Costa Smeralda, con case non alte di regola edificate e decorate con elementi realizzati in granito sardo. Il Comune di San Teodoro è ricompreso nell'Area Marina protetta di Tavolara e nel parco naturale di Tepilora, Rio Posada e Montalbo, riserva della biosfera, riconosciuta dall’ UNESCO. La presenza sul territorio di importanti Enti quali l'Area Marina Protetta di Tavolara-Capo Coda Cavallo, il Museo delle Civiltà del Mare ICIMAR, rappresenta una preziosa occasione per la scuola per la realizzazione di significative iniziative di promozione e di tutela del paesaggio e dell'ambiente, insieme anche con le associazioni culturali del paese.